AVVISO IMPORTANTE.
Il link www.scrapbookingitalia.it non è più di nostra proprietà e pertanto non vi reindirizza più a questo blog.
Per non perdere nessun post salvate il link al blog!

giovedì 26 febbraio 2015

ABC dello Scrap: D come Doodling

Oggi ragazze vi parliamo della tecnica del doodle, che tradotto letteralmente dall'inglese significa "scarabbocchiare". 
A chi non è mai capitato di prendere carta, penna e mentre si è sovrappensiero lasciar correre le proprie idee sul foglio? Il doodling è un modo divertente di esprimersi, tutti possono farlo e spesso è una forma d'arte sottovalutata. Ma vi posso assicurare che ci sono numerosi artisti che combinano scarabocchi infantili con illustrazioni molto espressive, mostrando a tutti come le due cose possano essere unite per creare bellissimi disegni.

Qui abbiamo scelto degli esempi a cui potete ispirarvi. Se cliccate su alcune immagini troverete i relativi link.

 Esempi di semplici fiori scarabocchiati


Il simpatico personaggio di un artista del doodling: Kerby Rosanes

Sketch of Kerby Rosanes
Una card clean & simple creata con questa tecnica


Una pagina di art journal della bravissima Andrea Joseph

50 great examples of doodle art


Spero di avervi incuriosite su questa tecnica... prendete spunto, ispiratevi e usate carta e penna per creare... Avete mille modi per utilizzare i vostri scarabocchi, potete riempire un timbro "vuoto", creare il bordo di una card, abbellire lo sfondo del vostro LO oppure decorare completamente la pagina del vostro artjoural. Ora sta a voi, sbizzarritevi!



lunedì 23 febbraio 2015

Diario supersegreto per bambini

Oggi vi propongo un progetto diverso dal solito perché rivolto a bambini dai 6 anni. Perfetto per una domenica piovosa, io l'ho proposto al laboratorio del sabato sera, per tutti i bambini del mio paesello.
C'e' molto scrap, ma niente materiale "griffato": il costo è molto contenuto (1 euro circa) e si impara a fare tante belle cose solo con pezzettini di carta e cartoncino colorato, che voi, mamme o zie scrapper avrete in abbondanza!

Ho pensato ad un diario segreto, che non potesse essere letto da nessuno, con una  combinazione di fili colorati da rispettare per essere aperto...le mamme sono avvertite, altrimenti saranno sgamate immediatamente.
Sono necessari 10 fogli bianchi A4 da fotocopie, 0,23cm x 0,70 cm di cartoncino (da cartellone di solito si trova 1mx0,70), cartoncini e carta colorata, 3 m di  lana, fili di cotone colorati, colla vinavil, 6 bottoncini di recupero, pennarello nero, eventuali timbrini per bambini, punzonatore, foratrice

Piegare i fogli a metà, dividere in 3 mazzetti inserendo un foglio nell'altro. Io ho anche inserito un cartoncino 15x 32 piegato a metà colorato (essendo più lungo dei fogli l'ho fatto rifilare ottenendo delle linguette che sporgono), e uno 9x30 cm crema.


Riaprire i mazzetti e segnare 5 cm da ogni bordo e fare un foro con un punteruolo. Con un ago da lana (anche autoprodotto...vedete il mio!) infilate un metro di lana e iniziate a cucire partendo dall'esterno e uscendo dall'interno. 
 Dal cartoncino 0,23cm di altezza x 0,70 di lunghezza tagliare 0,20 cmx0,23 per la copertina.
 Piegare dal lato dei 20 cm a 16 e 18 cm. (Ai bambini dico di misurare sotto e sopra, di tirare una linea e di piegare bene bene:)
Nel dorso che si forma (tra i 16 e 18 cm)  segnare 5 cm dall'alto e dal basso e fare un foro con la foratrice. Sistemare bene i 3 mazzettini in modo tale che siano allineati e fare un nodino il primo con il secondo e il secondo con il terzo. Dopodichè infilare nel foro e fare un doppio nodino.


Prendiamo il foglio 50cm x 23 cm e pieghiamo a 16cm- 18 cm - 34 cm -36 cm
Quindi avremo una copertina sinistra (da 0 a 16), primo dorso (da 16 a 18cm), la parte sotto il quaderno (da 18 cm a 34), secondo dorso (da 34 a 36 cm) e la parte destra dove c'e' la linguetta (da 36 a 50 cm).

Alla fine del primo dorso attacchiamo il quaderno mettendo un po' di vinavil all'aletta posteriore:


Prepariamo la linguetta: da destra segnare 8 cm e dall'alto e dal basso 7 cm. Tagliare i due rettangoli esterni, ed ecco fatta la linguetta. Chiudiamo il nostro quaderno e segnamo dove dovrebbe essere infilata la linguetta. Con un taglierino (i bambini dagli 8 anni dovrebbero essere in grado di usarla), con sotto un pezzo di cartone tagliare la fessura (non fate caso al washi ... l'ho dovuto mettere solo perchè con la pieghetta mi si è strappata la carta ).




Adesso dalla linguetta e dalla altra parte a casaccio fare 3 buchi con il punzonatore.
Prendiamo 6 bottoncini e infiliamo colori diversi di cotone a due a due e fissiamo con un nodi no semplice. Infiliamo i fili nei buchini e fissiamo con un po' di colla vinilica.
Prepariamo un pezzettino di cartoncino con delle fessure numerate da appoggiare tra i fili. 
Tante combinazioni di colori e numeri che renderanno inespugnabili i diari dei nostri piccini. Poi loro si divertono a segnarsi la combinazione...
Gli abbellimenti come vedete sono molto semplici: carta intrecciata, piccoli cuori ritagliati, forme semplici con colori sovrapposti.
L'unico abbellimento che poteva presentare qualche  difficoltà è la busta che ho proposto da un foglio di carta colorata A4 piegato a  9 cm per parte. Sul fondo piegare a circa 3 cm. Tagliare i rettangoli inferiori esterni e arrotondare i bordi destro e sinistro. Incollare solo sul fondo. Ricordarsi di incollare la busta alla copertina destra interna solo nei margini, per permettere alla linguetta di infilarsi correttamente.
Una foto qua e là (c'è chi attaccherà il gatto, il cane, la squadra del cuore) e anche i più piccini, con il nostro discreto aiuto, si sono preparati il loro diario personale supersegreto e anche, e soprattutto, scrappato!
Spero vi sia piaciuto questo progetto, alla prossima...

giovedì 19 febbraio 2015

Alterando.. con i washi!

Ciao a tutte,
oggi voglio mostrarvi come ho alterato una cassettiera in plastica acquistata pochi giorni fa.
Il progetto è molto semplice e soprattutto ognuno può alterarla come meglio crede, io non potevo non usare i washi, la mia droga!

La cassettiera si presentava così...




Ho scelto dei washi tono su tono per rivestire i cassetti






questo è il risultato finale




e questi i washi che ho utilizzato




prima e dopo





era già molto allegra prima, ma ora la trovo perfettamente adatta al mio angolo scrap ^_^

Alla prossima
Claudia 




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...