lunedì 26 febbraio 2018

ABC dello scrap: L come layout a4

Ciao a tutte e ben tornate.
Oggi vi parlo di scrapbooking.
Che cos'è nello specifico? Se cercate la parola scrapbooking vi si apre un mondo, troverete milioni di risultati e immagini, ma una precisa descrizione no.
Se invece cercate scrapbook (traduzione letterale album di ritagli) allora avrete la risposta.
Album, che sia mini, maxi, rotondo o quadrato o formato inserendo in un unico raccoglitore i tanti layout creati e ritagli come i memorabilia, gli abbellimenti a tema, le carte...
Lo scrapbooking non è solo questo, è anche uno stile di vita.


Oggi voglio soffermarmi sui layout.
Non sono tra le prime mie realizzazioni, come quasi tutte ho iniziato con qualche card, però poi lo scrapbooking mi ha rapito il cuore e da li ho sempre cercato di provare cose nuove (acquerelli, cuciture, cut file...) un po per curiosità e un po per uscire dalla mia zona di comfort.


Oggi vi mostro uno dei miei ultimi layout in formato a4 o 8,5x12.
Insieme al classico 12x12inch è uno dei formati più diffusi.
Per chi è abituato ad usare il 12x12 un a4 sembra piccolo e con poco spazio di manovra, in realtà dopo averne creato qualcuno l'occhio si abitua a questo nuovo spazio e il cervello inizia ad impaginare in modo differente.


Se prima usavo prevalentemente il clustering per avere poi un grande spazio bianco attorno ora cerco di usare più spazio possibile lasciando meno vuoti.
All'inizio non avrei mai creduto di poter esserne in grado.


Mi piace utilizzare un layout di pagina verticale, in questo caso partendo dall'alto con la foto adagiata su del vellum in cui ho embossato in bianco dei fiori, poi segue il journaling che solitamente tendo a nascondere o a non scrivere per certe fotografie.
Come ultimo elemento il layout di pagina diventa orizzontale, come fosse una chiusura, in cui ho clusterizzato vari abbellimenti a tema con la foto.


Qualche enamel dots qua e la finiscono e abbelliscono la mia pagina.
Per questo layout non ho usato timbri(che solitamente uso a profusione), niente sfondo acquerellato, stampato, cucito o ritagliato per avere una pagina pulita che rispettasse la dolcezza della foto.
La foto da scrappare non necessariamente deve essere recente, io ho scelto questa che risale a 30 anni fa fissando così un momento della mia vita che ho vissuto ma di cui non posso ricordarmi perché ero piccina(avevo solo qualche mese).

Quando costruite una pagina iniziate sempre dalla foto, è lei la protagonista, scegliete abbellimenti che abbiano attinenza con la storia che racconta, carte e colori che si abbinino ai suoi e se la foto è in bianco e nero allora osate un po più.
Ricordate che il journaling, sia nascosto che a vista, è il racconto della vostra fotografia, che può essere usato anche come elemento decorativo.

A presto ;)

1 commento:

Angela Tombari ha detto...

Ottimi consigli e LO stupendo!