giovedì 16 giugno 2016

Profumatori per biancheria scrapposi

Non so  voi, ma io amo la biancheria profumata di pulito! Uso solo detersivi  fatti da me e per evitare allergie e dermatiti, non uso profumi,  ma solo oli essenziali, però lascino un lieve profumo, appena percettibile.
Allora faccio come le nonne: loro con i sacchettini di lavanda profumavano di buono la biancheria. Io ho solo usato lo scrap anche qui (e ti pareva....)!
Abbiamo bisogno di carta porosa, che trattenga il più a lungo possibile il profumo. Pensa che ti ripensa un giorno ho osservato per benino le scatole delle uova! Perfette! 


Ci serviranno solo i coperchi. Quando ne avete tenuti da parte  qualcuno potete divertirvi a fustellare (anche le fustelle fini tagliano questa carta) e ad embossarli.


Noterete che c'è  un lato ruvido e uno liscio: quello liscio è  perfetto per essere dipinto. Un consiglio: non usate acqua, ma acrilico puro.
Una volta asciutti procuratevi un piatto di plastica, un sacchetto di plastica con un laccetto per chiuderlo per bene e..... il vostro profumo preferito.
Io uso un profumo alla lavanda.




Posizionate le fustellate colorate a rovescio nel sacchetto e iniziate a spruzzare il profumo, tanto profumo, la carta deve risultare bella scura, perché  bella umida. Quando avete finito  chiudete con il laccetto.
Mettete  tutto nell'armadio e dimenticatevene per un paio di giorni.
Quando aprirete il sacchetto sarà  il momento di utilizzare i vostri profumatori

 Potete metterli in mezzo ai vestiti oppure con un filo di cotone in tinta potrete appenderli,  come faccio io:


Se volete fare un regalino ricordatevi di usare una bustina di plastica per preservare il profumo:



Il profumo rimane almeno un mese, poi basta rimettere le fustelle in un sacchetto e spruzzare ancora profumo. 
Io li uso anche nell'auto. 

Spero di avervi dato un'idea,  alla prossima!

1 commento:

Maestra Senese ha detto...

Bella idea voglio proprio provare, grazie!