giovedì 27 giugno 2013

Card con vellum

Da tempo volevo applicare quanto ho appreso diversi anni fa ad un corso di “tarjeteria”, più conosciuta come “parchment craft”, che poi sarebbe la lavorazione della carta pergamena detta anche vellum, o carta da lucido.
Il risultato potrebbe essere una dolce card come questa:

intera3
 
Gli “ingredienti” sono: carta da lucido (si trova nelle cartolerie ma anche nei supermercati un po' forniti), scotch di carta, penna gel bianca (io ho usato quella da 1mm), cartoncino colorato,  nestabilities tonda (o fustella), un timbro adatto (meglio se clear), una timbrata su carta di recupero e un uncinetto o penna scarica.

001

Iniziate con il tagliare il bazzil (o altro cartoncino) per fare la card. Io ho voluto una card quadrata 13 x 13, quindi ho tagliato 13 x 26.
Tagliate anche il vellum, di qualche mm più lungo, diciamo 13,3 x 13 (nella piegatura sopra al cartoncino si perde qualche mm).
Piegateli a metà.

002003

Con dei piccoli pezzi di scotch di carta fissate il vellum sopra al cartoncino.
 
004
 
Prendete la timbrata “di recupero”, e appoggiatela sopra alla card cercando di capire come vorrete posizionare il timbro e quindi il “foro” da cui si intravedrà. Si lavora meglio con un timbro clear ma io volevo assolutamente usare questo di gomma. Scegliete un soggetto che abbia qualcosa che possa uscire dalla finestra: nel mio  ci sono le bolle, ma potrebbero essere farfalle, palloncini, nuvolette… solo per dare continuità al disegno.
Fissate la nestabilities al fondo con dello scotch, sul basso.
  
005

Sfilate con attenzione la timbrata e fissate con lo scotch anche sopra. Fate attenzione affinchè non si muova il dischetto di ottone.

006
 
Tagliate con la big shot o altra macchina che avete. Secondo me si può provare anche con un punch. L’unico punto di attenzione è verificare che tagli bene anche il vellum senza stropicciarlo.

007

Tenendo la card chiusa, tracciate qualche puntino a matita sull’interno che vi servirà come riferimento per timbrare.

008

Timbrate l’interno (con un timbro clear sarete molto agevolate). Cancellate i puntini...

009

Passiamo ora al vellum. Prendete la timbrata di prova, infilatela nel vellum e ricalcate le parti del motivo che staranno fuori dalla finestra.
Usate la penna gel e armatevi di pazienza. Usate la penna gel mooooooooooooolto lentamente. Sul vellum fanno particolarmente fatica a scrivere se di va di fretta. Tenetevi un pezzetto di vellum vicino e ogni tanto fate delle prove lì sopra. Vi garantisco che è solo questione di prenderci la mano.

011

Ricalcate il disegno, poi appoggiatelo con il diritto  sul retro di un tappetino da mouse e ripassate con un uncinetto dalla punta sottile o una penna completamente scarica. Fate molta attenzione a ripassare esattamente sul retro del segno lasciato dalla penna gel. Vedrete come risalterà quest’ultimo dopo l’”embossatura”. Attenzione all’attrezzo che usate, non deve essere appuntito o rischierete di forare il lavoro. Il tratto verrà molto più chiaro ed in evidenza.

013

Ecco sotto l’effetto che otterrete. Io ho voluto fare una finta cucitura intorno al foro perchè mi pareva un po’ spoglio.

014

Colorate il timbro come preferite. Io ho usato delle matite acquerellabili in  pochissimi punti.

P1020618

Assemblate le due parti della cardì. Fissate il vellum al cartoncino applicando 2 o 3 puntini di colla invisibile sulla piegatura del cartoncino.
Eccola!!!!!intera

L’interno, dove ho aggiunto un piccolo sentiment.

intera4
Il lavoro che ne esce è molto delicato. Volendo si può aggiungere un bordino intorno al vellum, a ondine, a pois, da lavorare sempre prima con la penna gel e poi sul retro con un bulino sottilissimo o uncinetto.
Spero di avervi dato un’idea in più!
Bello spunto anche per inviti/bigliettini per cerimonie.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

...mi piace molto!! grazie dell'idea!! Glen

Elisa ha detto...

Bellissimo effetto!

Elisa

claudia ha detto...

wow molto bello, grazie dell'idea!!!!! ciao

LauraVi ha detto...

Bella idea, ottima spiegazione, grazie!
vive-lavi

Dolci Incarti ha detto...

Che bello l'effetto!
Devo provarci, grazie per la spiegazione
Alessandra

Manu ha detto...

E' proprio dolcissima!!!