lunedì 23 aprile 2012

EARTH DAY: SCRAP - DIFFERENZIAMO?

Ieri era la giornata della terra e ho pensato a un cestino da mettere sul tavolo scrap per la raccolta differenziata. Ad esempio:  i nastrini, lo scotch nel secco, il cellophane dei rub-ons nella plastica, la carta nella carta, ma se la carta è incollata va nel secco..…  e se tempero una matita? Secco….
E poi naturalmente un cestino fatto riciclando i tetrabrick del latte...
Ecco quello che ne è uscito:

Molto versatile e da poter staccare anche le varie parti, per ogni esigenza (ad esempio quando cucio mi basta il secco!).

Lo uso anche più compatto mettendo i due piccini dietro quello grande.

Ho trovato sul web degli esempi di recupero del tetrabrick ed effettivamente è un "modulo" molto versatile, che sto utilizzando in vari modi.

Ora vi spiego, a grandi linee come ho fatto.        

Vi serviranno 4 tetrabrick  del latte  uguali (NON SONO TUTTI UGUALI) e 2 carte patterned e abbellimenti a piacere. I miei tetrabrick hanno il lato di 7 cm.

Innanzi tutto tagliate i tetrabrick a 11 cm dal fondo



Attenzione: essendo scrapper ho pensato che il contenitore della carta doveva essere un po’ più grandicello, quindi assembleremo due tetrabrick in modo da raddoppiarne  il volume.

Prendete quindi due tetrabrick e tagliare un lato lasciando 3 cm dal fondo. Attaccare con colla forte i due lati corti e mettere lo scotch tutto intorno per fermarli bene bene.



Tagliate una carta patterned a metà. Nella lunghezza fate una piega a 11,3 cm, servirà per rimboccare e delle pieghe, questa volta nel lato corto a 7 – 14- 21- 28.
Tagliate le pieghe verticali finché incontrano la piega orizzontale, per facilitare il rimbocco. Iniziate ad incollare tutto intorno (io ho usato la colla a caldo) e rimbocchiamo la parte superiore. Fate la stessa cosa con l’altro tetrabrick.

Rivestiamo il tetrabrick doppio: tagliate la patterned a metà e incollatela tra loro fino a formare un rettangolo di 15 cm e rotti (!) per 45 cm di lunghezza.
Fate la piega nel lato lungo a 11,3 cm e nel lato corto a 7, 21, 28, 42 cm. Tagliate sempre le pieghe verticali superiori, finché non incontrano la piega orizzontale. Rivestite il tutto.


Per rifinire ho tagliato dei rettangoli dal pannolenci  e li ho incollati sotto i tetrabrick: 1 rettangoli  7 x 14 cm e 2 rettangoli 7 x 7 cm.


                                                                                                                                       

Io li userò sia in lungo che a “quadrato” quindi non ho  abbellito tutte le facce ma solo quelle visibili.






Una volta decorate ho preso dei pezzi di velcro adesivo e l’ho attaccato in modo tale da poterli posizionare come voglio io, attaccandoli tra loro tutti e tre insieme oppure a due a due e attaccare anche alla scrivania. (Vietati i commenti sull'ordine maniacale della mia scrivania...)

Per me è utilissimo! Vi è piaciuta l'idea?


6 commenti:

Cri ha detto...

ma lo sai che è una splendida idea??????? complimenti!!!! metterò in atto e farò anche io la differenziata ;)

Cristina C. ha detto...

Bellissima idea Mariarosa!!!!!!

Moki ha detto...

Che idea favolosa!! Un ottimo modo di riciclare riciclando ^__^

Rosa Longo ha detto...

Bellissima idea per il riciclo creativo!!! Olè so come usare le buste di latte vuote!! Grazie :-)

Daniela ha detto...

Uao, ma che belli!!!Mi metto all'opera, insieme alla scatola di Rita vista "di là"...mi piace tantissimo questo vostro filone riciclone (lo so...suona un po' come lo "scatolone fabbricone" che fa impazzire me e le mie Bimbe)!Brava!

Manu ha detto...

Un'idea davvero carinissima!!! Brava e.. grazie!!!